Tag Archive: italian cuisine


E’ una ricetta casalinga da gustare in compagnia di familiari ed amici.

Può sembrare complicata ma, con un po’ di manualità e coinvolgendo anche gli altri componenti della famiglia, si otterrà un piatto festoso e gustoso che metterà tutti d’accordo a tavola.

Durante la preparazione già si pregusta lo spirito di convivialità e condivisione del lavoro che man mano prende forma, donando tanta soddisfazione a tutti. Se qualche commensale non gradisse la pasta ripiena, basterà lasciarne un po’ senza farcire e tagliarla nel modo desiderato.

Ho previsto la variante vegetariana ma, volendo un condimento più ricco a base di carne, si può personalizzare tenendo sempre presente la regola secondo la quale ciò che è presente nel ripieno della pasta non deve essere proposto come condimento.

Il piatto che vi propongo è stato condito con un sugo di pomodoro leggermente profumato all’alloro. Voi siete liberi di adattarlo ai vostri gusti.

Se ci sarà qualche piccolo insuccesso, non sarà un dramma. L’importante è provarci ed andrà tutto bene.

Con le dosi indicate, ho ottenuto circa 70 tortelloni e tre porzioni di pappardelle a bordo riccio, il tutto sufficiente per 6-8 persone.

Buon divertimento e mettiamoci all’opera!

SONY DSC

 

Continua a leggere

Annunci

Oggi vi presento una ricetta vegetariana realizzata con le zucchine, ortaggi di facilissima reperibilità che in questo periodo dell’anno regalano il massimo del gusto.

E’ un piatto di veloce realizzazione, alla portata di tutti e leggero in quanto assemblato completamente a crudo: infatti non prevede alcuna cottura precedente.

E’ adattissimo ad essere servito in piccole porzioni come antipasto,  come piatto principale per una cena leggera e salutare oppure presentato a losanghe o a cubotti per una cena a buffet.

Va servito tiepido o freddo, accompagnato da un vino bianco fresco, con note fruttate e a bassa gradazione alcolica.

SONY DSC

Continua a leggere

Incrementiamo la categoria “dolcezze per il caffè” con questi biscottini alle mandorle facilissimi e velocissimi da fare, adatti anche alle persone intolleranti al glutine. Sono di sicura riuscita, danno molta soddisfazione e sono molto graditi quando vengono ricevuti in dono come dolce pensiero.

Si tratta di una ricetta semplice; raccomando due soli accorgimenti: vanno sorvegliati perché tendono subito a colorirsi nella parte inferiore; la farina di mandorle deve essere di ottima qualità.

Con la dose indicata si ottiene circa una dozzina di biscottini.

SONY DSC

Continua a leggere

Questa è una focaccia alta e soffice preparata con olio e.v.o. e non con lo strutto (che personalmente non amo). Si può classificare tranquillamente tra le ricette di base e cambiare il condimento a seconda di ciò che ci offre la dispensa o il frigorifero. È un impasto molto più morbido rispetto a quello della pizza: non preoccupatevi, deve proprio venire così!

Lavorate con le mani unte di olio in modo da evitare che l’impasto vi si attacchi. Con questa dose si prepara una focaccia di circa 28 cm di diametro.

SONY DSC

Continua a leggere

Questa è una ricetta della mia famiglia che ha accompagnato l’infanzia e l’adolescenza di mio padre, originario di un piccolo e grazioso paese sulle montagne abruzzesi. Si tratta quindi di un piatto molto semplice, che si realizza con pochissimi ingredienti. Ce ne sono due versioni: quella in bianco, che vi propongo ora, e un’altra con un sughetto leggero  che preparerò quando saranno disponibili i profumati pomodori estivi.

Credo che ogni paese, se non ogni famiglia, abbia la sua ricetta: questa è quella che conserva la mia e che spesso è stata richiesta, realizzata e consumata con gusto! Si trova anche nei ristoranti che servono piatti tradizionali, anche con l’arricchimento dato dall’aggiunta di tartufo. Ma questa è proprio una variante ricca visto che si parla del dopoguerra e nelle case di montagna in quel periodo non credo che ci fossero tante ricchezze del genere!

Si prepara con una pasta bianca, ma se si desidera della consistenza maggiore si può aggiungere 1 uovo. Io la preparo sempre senza uova.

SONY DSC

Continua a leggere

Come da tradizione durante le feste natalizie sulle nostre tavole non mancano mai i fritti di patate.

Anche questa fa parte delle ricette della nostra tradizione e ogni famiglia custodisce la propria.

Io voglio condividere con voi la mia e vi assicuro che sono talmente buoni che è meglio non iniziare a mangiarli, altrimenti sarà difficile smettere!

Non richiede particolare abilità nella preparazione: occorre solo avere la pazienza di aspettare che la pasta lieviti, ma il risultato premia!

Un consiglio per la frittura: abbondate con l’olio (sembra strano, ma otterrete così una frittura meno unta e più leggera), friggete pochi pezzi per volta in modo da non abbassare troppo la temperatura e utilizzate un tegame con i bordi abbastanza alti da contenere sufficiente olio da ricoprire i fritti stessi.

SONY DSC

Continua a leggere