Questa è una ricetta che mette tutti d’accordo: mamme, bambini e ragazzi. Li ho chiamati softburger e non hamburger perché sono molto soffici e succosi all’interno e non risultano secchi o stopposi. Se poi si decide di comporli come un normale hamburger, vale a dire utilizzando dei panini scaldati, fettine di pomodoro, lattuga e salse, otterrete dei veri e propri panini american style preparati in casa con prodotti freschi: valuterete voi stessi la differenza con quelli delle ben note catene.

La morbidezza è data dall’uso del pane raffermo strizzato in quantità quasi uguale al peso della carne utilizzata; in più c’è la senape nell’impasto che regala uno sprint al gusto.

Il mio consiglio è di utilizzare una buona piastra antiaderente: otterrete una crosticina saporita e croccante che racchiuderà un interno morbido e saporito senza aggiungere ulteriori grassi al piatto. Altrimenti si può procedere a frittura o cottura al forno. A voi la scelta!

SONY DSC

Continua a leggere

Annunci