Category: Ricette vegetariane


La ricetta che propongo è la maionese adatta a vegani, celiaci, persone intolleranti o semplicemente non amanti delle uova.

Il latte di soia deve essere ben freddo di frigo e il dosaggio dell’olio di semi è variabile a seconda della consistenza gradita: aumentandone la quantità si otterrà una maionese più soda. E’ un’ottima salsa di accompagnamento per verdure bollite, pesci e carni alla griglia e può essere insaporita con erbette fresche e/o spezie a proprio gusto. Volendo ottenere un colore tendente al giallo aggiungere un pizzico di curcuma in polvere.

E’ davvero facile da preparare e non “impazzisce”!

DSC_0246

INGREDIENTI (per 4-6 persone)

  • 160 – 200 cc di olio di semi di girasole
  • 80 cc di latte di soia
  • 1 cucchiaio di aceto di vino bianco
  • 1 pizzico di sale
  • spezie a proprio gusto

DSC_0238

PROCEDIMENTO

In un recipiente stretto a bordi alti versare il latte di soia freddo, l’aceto, il sale e una parte di olio.

DSC_0242

Iniziare a montare con il frullatore a immersione, aggiungendo olio fino a raggiungere la densità desiderata.

DSC_0243

Assaggiare, quindi regolare di sale e spezie gradite al palato. Buon appetito!

DSC_0246

Annunci

 

Un dessert di facilissima realizzazione ma di grande effetto, adatto a un piacevole fine pasto. Si presenta con un gusto vellutato al palato e la presenza del cioccolato fondente si sposa alla perfezione con il tocco di acidità dei frutti rossi.

E’ una ricetta adatta anche agli intolleranti al glutine ed è veramente gradita a tutti. La sua riuscita è legata all’utilizzo di materia prima di alta qualità.

DSC_0209

Continua a leggere

Un antipasto particolare, dal gusto dolce-piccante e dal cuore morbido e fondente. E’ una ricetta vegetariana di facile realizzazione, adatta anche ad una cena tra amici o in famiglia.

I fagottini possono essere preparati con un po’ di anticipo, conservati in frigorifero e portati a cottura in forno poco prima del servizio.  Suggerisco la presentazione su letto di fettine sottilissime di pera in quanto il gusto fresco della frutta crea un piacevole contrasto con il fagottino caldo e leggermente piccante.

SONY DSC

Continua a leggere

Questa è un ricetta gustosa adatta sia ai vegetariani che agli intolleranti al glutine.

E’ una variante alleggerita della classica parmigiana di melanzane, più leggera perchè non è prevista frittura delle melanzane e perchè il condimento è realizzato completamente a crudo e cotto in forno.

Come per tutti gli sformati, si consiglia di fare riposare dopo la cottura, in modo da assestare la preparazione per rendere più agevole la porzionatura.

Il risultato sarà uno sformato dal gusto delicato, non unto, leggero ma gustoso.

SONY DSC

Continua a leggere

E’ una ricetta casalinga da gustare in compagnia di familiari ed amici.

Può sembrare complicata ma, con un po’ di manualità e coinvolgendo anche gli altri componenti della famiglia, si otterrà un piatto festoso e gustoso che metterà tutti d’accordo a tavola.

Durante la preparazione già si pregusta lo spirito di convivialità e condivisione del lavoro che man mano prende forma, donando tanta soddisfazione a tutti. Se qualche commensale non gradisse la pasta ripiena, basterà lasciarne un po’ senza farcire e tagliarla nel modo desiderato.

Ho previsto la variante vegetariana ma, volendo un condimento più ricco a base di carne, si può personalizzare tenendo sempre presente la regola secondo la quale ciò che è presente nel ripieno della pasta non deve essere proposto come condimento.

Il piatto che vi propongo è stato condito con un sugo di pomodoro leggermente profumato all’alloro. Voi siete liberi di adattarlo ai vostri gusti.

Se ci sarà qualche piccolo insuccesso, non sarà un dramma. L’importante è provarci ed andrà tutto bene.

Con le dosi indicate, ho ottenuto circa 70 tortelloni e tre porzioni di pappardelle a bordo riccio, il tutto sufficiente per 6-8 persone.

Buon divertimento e mettiamoci all’opera!

SONY DSC

 

Continua a leggere

Questo è un dolce classico di semplicissima preparazione adatto sia alla colazione che alla merenda. E’ inoltre adatto ad accompagnare il classico the delle cinque oppure, realizzato in formine monoporzione, per essere consumato fuori casa.

E’ una ricetta che non prevede l’uso del burro ed io ho preferito presentarvela con una semplice copertura di zucchero a velo vanigliato.

La torta si potrebbe anche farcire e ricoprire con una glassa ma, a mio parere, essa perderebbe di leggerezza e sarebbe in tal modo più adatta ad un evento festivo.

Per la versione farcita Vi rimando ad una futura ricetta.

E’ un dolce di consistenza piuttosto umida e si conserva benissimo per 4-5 giorni nell’apposito piatto porta torta dotato di coperchio a campana.

Le dosi sono indicate per uno stampo di 22 cm. di diametro, se si vuole ottenere un dolce abbastanza alto. Io ho utilizzato uno stampo da 24 cm con le dosi indicate, ottenendo il risultato visibile in foto.

SONY DSC

Continua a leggere