Category: Cucina internazionale


Vi propongo qualcosa di insolito, ma gustosissimo: i falafel. Si tratta di piccole polpette di ceci molto aromatiche e sfiziose, facili da preparare ma la cui realizzazione presenta una condizione essenziale: bisogna assolutamente utilizzare i ceci essiccati e messi in ammollo in acqua e bicarbonato per almeno 12 ore. Non utilizzate assolutamente i ceci precotti in scatola altrimenti vi troverete a dover buttare via tutto!

Una ricetta tutta vegetariana, di origine probabilmente egiziana, di una bontà che vi stupirà. Io li ho accompagnati con un ‘insalata mista insieme ad una salsa allo yogurt e cetrioli profumata alla menta; un insieme molto fresco e gradevole.

Consiglio di provare questa ricetta per rendersi subito conto di quanto possa essere appetitoso e gustoso un piatto vegetariano.

SONY DSC

Continua a leggere

Annunci

La paella è un piatto della tradizione spagnola originario delle campagne della Valencia e delle cambuse dei pescherecci, preparato con ciò che la dispensa offriva. Solo nel XIX secolo si diffuse nei chioschi e successivamente nelle trattorie e nei locali di ristoro. Oggi chi si reca in Spagna per svago o per lavoro non può fare a meno di assaggiare questa specialità che si prepara di pesce, di carne o mista (come piace a me).

Tradizionalmente la paella viene preparata in una padella (appunto) di ferro, in modo che il riso formi una gustosa crosticina sul fondo, anche se oggi si utilizzano generalmente le padelle antiaderenti. Deve essere larga, con 2 manici laterali per scuotere il riso che va mescolato poco, dai bordi alti circa 6 cm e per 4 persone deve essere di circa 45 cm di diametro fino ad arrivare a 1 m di diametro per circa 10 persone: uno spettacolo!

Bisogna utilizzare un riso che rilasci poco amido lasciando i chicchi ben sgranati: un parboiled va benissimo. Da ricordare: non prevede mai l’utilizzo di aglio e gli ingredienti sono comunque di libera scelta. La paella è un piatto profumatissimo e coloratissimo, già a vedersi è una festa e, visto che in questo periodo per me non sono previste vacanze, facciamo insieme un viaggio in Spagna senza partire!

SONY DSC

Continua a leggere

Un piatto di pesce semplice che si prepara facilmente e che non richiede una particolare abilità in cucina. La parte più antipatica è proprio la pulizia delle seppie, ma se si conosce un pescivendolo volenteroso… il problema viene facilmente superato!

È una ricetta dal doppio uso: servita in piccola porzione può andare benissimo per un antipasto, in quantità maggiore sarà un piatto unico seguito da un fresco dessert: il syllabub, con il suo gusto agrumato, è adattissimo.

SONY DSC

Continua a leggere

Ecco a voi una gustosa idea di menu per festeggiare la romantica serata di San Valentino senza lavorare troppo.

Antipasto: Sformatini di melanzane

Primo piatto: Gnocchi di ricotta al sugo di scampi

Secondo piatto: Coda di rospo con zucchine grigliate in salsa verde

Dessert: Panna cotta

Buon appetito a tutti! 🙂

La panna cotta fatta in casa è tra i dolci al cucchiaio più graditi. Si presta a tantissimi abbinamenti ed è sempre molto apprezzata.

Personalmente preferisco prepararla mescolando metà latte e metà panna: risulta più morbida e meno grassa al palato. Se si ha la possibilità di utilizzare la bacca di vaniglia il gusto sarà ancora migliore, in alternativa utilizzare l’essenza di vaniglia evitando la vanillina (che potrebbe rilasciare un retrogusto amaro in gola).

Per quanto riguarda l’accompagnamento della panna cotta basta seguire i propri gusti: dal classico caramello alla frutta fresca, salsa al caffè, ai frutti di bosco… tutto ciò che si vuole!

Questa volta la propongo accompagnata da una salsa al cioccolato ottenuta sciogliendo  a bagnomaria del cioccolato fondente con acqua (pari a metà del peso del cioccolato). Se si desidera una salsa più dolce basterà aggiungere dello zucchero.

SONY DSC

Continua a leggere

Un secondo piatto di pesce dal gusto delicato e fresco grazie alla presenza della scorza di limone grattugiata a fine cottura.

Calcolando bene i tempi per la realizzazione del contorno, impreziosito dalla salsa, si riesce a preparare quasi tutto in anticipo lasciando per ultimo solo la cottura del pesce e in questo modo si riesce a godere della compagnia di eventuali ospiti, senza stare troppo tempo in cucina, ma offrendo comunque un bel piatto di pesce leggero e raffinato.

Il mio consiglio è di operare nel seguente modo: mentre le zucchine si cuociono sulla griglia, tostare i pinoli, toglierli subito dal padellino (questa operazione va fatta sempre per evitare che i grassi presenti nella frutta secca brucino), metterli già nel mixer insieme agli altri ingredienti per la salsa in modo da averla già pronta alla fine della cottura delle zucchine. Così il contorno sarà già pronto in anticipo e basterà cuocere il pesce al momento giusto!

È importantissimo preparare una tabella di marcia per ottimizzare i tempi ed evitare della fatica inutile cercando di mantenere sempre il piano di lavoro in ordine e sgombro di elementi non necessari: quando si lavora in cucina avere ordine intorno aiuta a lavorare meglio e più velocemente.

SONY DSC

Continua a leggere