Altro dolce tipico del Carnevale è la cicerchiata che, insieme alle castagnole e alle chiacchiere, dalle mie parti rappresenta la parte dolce di questo periodo. La cicerchiata è il dolce più guarnito dei tre: si tratta di palline di pasta fritta (appunto visivamente simili ai ceci) ripassati nel miele millefiori sciolto e aromatizzato con scorza d’arancia e ognuno può decidere come rifinirlo. A me piace la nota abbrustolita delle mandorle pelate e tostate mescolate al miele. Alcuni non usano le mandorle ma preferiscono i confettini colorati, le ciliegie candite, la cannella o un po’ di tutto: la guarnizione va a gusto personale e non cambia di molto il gusto finale della preparazione.

Una cosa c’è da dire: armatevi di un po’ di pazienza perché bisogna fare dei pezzettini di pasta che una volta fritti non devono risultare troppo grandi. Per il resto non è una ricetta difficile, è alla portata di tutti e se ci sono dei bambini in casa fatevi aiutare: si divertiranno un  mondo ad arrotolare i pezzetti di pasta oltre che ad imparare qualcosa di bello!

SONY DSC

INGREDIENTI

300 grammi di farina oo + quella per la lavorazione sul piano

3 uova

30 grammi di zucchero + 1 cucchiaio per il miele

1 bicchierino di liquore a scelta (io ho usato il liquore all’anice)

300 grammi di miele millefiori

Olio di arachidi q.b. per friggere

Mezzo cucchiaino di scorza d’arancia grattugiata

Decorazioni a scelta: mandorle pelate e tostate, confettini colorati, canditi, cannella…

SONY DSC

PROCEDIMENTO

Versare la farina sulla spianatoia, formare la classica fontana, rompervi nel mezzo le uova, aggiungere lo zucchero e il liquore.

SONY DSC

Lavorare fino ad ottenere un panetto.

SONY DSC

Formare dei cordoncini di circa 1 cm di diametro e tagliarli a pezzetti di circa 1 cm.

SONY DSC

Tenendo la spianatoia sempre infarinata cercare di muovere i pezzettini di pasta, sempre leggermente infarinati, in modo da smussare un po’ gli angoli dando una forma leggermente arrotondata. Procedere per tutto il panetto di pasta.

SONY DSC

Friggere i “ceci” di pasta in olio caldo rigirandoli in modo da ottenere una doratura uniforme.

SONY DSC

Porli su carta assorbente.

SONY DSC

Finita la frittura, in una pentola abbastanza capiente da contenere poi tutta la pasta fritta, sciogliere su fuoco medio il miele con un cucchiaio di zucchero e la scorza d’arancia.

SONY DSC

SONY DSC

SONY DSC

Una volta ottenuto un composto fluido spegnere il fuoco, versare all’interno della pentola con il miele sciolto tutte le palline fritte (con eventualmente le mandorle tostate) e mescolare in modo da ricoprirle tutte con il miele.

SONY DSC

A questo punto si può rovesciare tutto su un piatto da portata e poi una volta freddo tagliare le porzione, oppure dividere in pirottini di carta. Io consiglio di dividere già in porzioni nei pirottini per un fatto di praticità: dopo diventa più difficoltoso perché appiccica tutto… a voi la scelta. Nel manipolare i “ceci” ricoperti di miele consiglio di inumidirsi le dita, visto che questo espediente ridurrà l’inconveniente delle dita appiccicate.

Con queste dosi ho ottenuto 45 cicerchiate mignon. Buon appetito!

SONY DSC

Annunci