Archive for gennaio, 2014


Questa è tra i dolci di mele che preferisco: si presenta molto morbido e continua ad esserlo anche dopo qualche giorno dalla cottura. È ottimo a colazione, merenda e anche da gustare dopo cena, servito tiepido, magari con il contrasto del freddo del gelato alla vaniglia.

Se si possiede una planetaria si lavora molto più velocemente, utilizzando le comuni fruste elettriche ci vorrà un po’ più di tempo, ma il risultato sarà ugualmente ottimo. Durante la cottura si sprigiona un profumo irresistibile di cannella che subito si associa ai dolci con le mele facendoci fare un viaggio nei freddi paesi nordici dove i dolci di mele sono diffusissimi.

SONY DSC

Continua a leggere

Annunci

Questa è una focaccia alta e soffice preparata con olio e.v.o. e non con lo strutto (che personalmente non amo). Si può classificare tranquillamente tra le ricette di base e cambiare il condimento a seconda di ciò che ci offre la dispensa o il frigorifero. È un impasto molto più morbido rispetto a quello della pizza: non preoccupatevi, deve proprio venire così!

Lavorate con le mani unte di olio in modo da evitare che l’impasto vi si attacchi. Con questa dose si prepara una focaccia di circa 28 cm di diametro.

SONY DSC

Continua a leggere

In casa mia si è sempre rispettata la tradizionale festa di S.Biagio, protettore della gola. Mia madre era di Castiglione a Casauria (PE) e in paese il santo è venerato come patrono, di conseguenza il 3 febbraio abbiamo sempre avuto a tavola le tipiche ciambelle all’anice. Si festeggia in molti paesi abruzzesi, sempre con la presenza delle ciambelle ma con tante varianti. In passato si utilizzava la pasta del pane con l’aggiunta dei semi di anice, in seguito si è diffusa la variante dolce anche con la presenza di confettini colorati a seconda delle zone.

Queste sono quelle che si preparano nella mia famiglia e, se volete festeggiare anche voi, provate a farle. Sono morbide, profumate e chi le preferisce calde può riscaldare rapidamente in forno nei giorni successivi. Ci vuole un po’ di tempo (circa 3 ore) in quanto necessitano di una doppia lievitazione, ma per il resto sono facilissime!

SONY DSC

Continua a leggere

Un taglio di carne poco costoso, ma che cotto nel modo giusto diventa un piatto sfizioso e gustoso: le costine di maiale dette anche spuntature. Si possono fare alla brace, al sugo per condire una polenta adatta a questa stagione, oppure nel modo che vi suggerirò. Questa ricetta, come potete vedere dalla lista degli ingredienti, non necessita di aggiunta di olio o altri grassi.

Inutile dire che per gustarle al meglio bisogna abbandonare le  posate classiche ed utilizzare quelle del re: le dita!

Quindi appuntate gli ingredienti sulla lista della spesa e provatele!

SONY DSC Continua a leggere

Un tipico piatto della domenica: i ravioli di ricotta. Con un po’ di allenamento si preparano velocemente e fanno subito festa a tavola. È sempre bello e rilassante mettersi all’opera con la farina magari coinvolgendo anche gli altri componenti della famiglia nella realizzazione dei ravioli. Ricordo che da piccola il mio compito era quello di stare vicino a mia madre: lei chiudeva i ravioli e io li rifinivo con i rebbi della forchetta, che bei ricordi! Ora è mia figlia a starmi accanto e spero di trasmetterle questo calore ogni volta che rivivrà questi momenti. Quindi coinvolgete anche gli altri nelle varie realizzazioni: la famiglia ne trarrà un grande beneficio!

Ora mettiamo da parte i sentimentalismi e impastiamo! È una ricetta base di pasta all’uovo che può essere utilizzata in tantissimi modi che proporrò. I ravioli possono essere tranquillamente congelati crudi disponendoli dapprima su di un vassoio e riunendoli una volta congelati in un sacchetto da conservazione di alimenti congelati. Basterà poi tuffarli nell’acqua bollente per cuocerli.

Io li presento conditi con un sugo al pomodoro rendendoli adatti anche ai nostri amici vegetariani, ma si possono condire a proprio gusto. L’importante è rispettare la regola secondo la quale ciò che è presente in modo dominante nel ripieno non dovrà poi essere il condimento del piatto. In questo caso, ad esempio, la ricotta deve essere solo nel ripieno.

SONY DSC

Continua a leggere

Ci sono tantissime varietà di torte inglesi di mele, questa a me piace molto perché ha una consistenza completamente diversa dalle comuni torte di mele. Ricorda una crema cotta, ma nello stesso tempo una crêpe spessa: da provare. Non si aggiungono grassi nella preparazione, quindi se si decide di consumarla senza l’aggiunta di gelato alla vaniglia o di panna semi montata, possiamo dire che è un dolce leggero. Personalmente sono molto legata ai dolci di origine inglese, mi ricordano la mia infanzia e li proporrò spesso!

Si prepara velocissimamente e non necessita di planetaria, bastano le comuni fruste elettriche. Se si utilizza uno stampo a cerniera consiglio di stendere un foglio di alluminio sulla griglia di appoggio: potrebbe fuoriuscire un po’ di impasto.

SONY DSC

Continua a leggere